fbpx

1 – Maggior numero di potenziali acquirenti:

Quando si cerca casa, la prima selezione avviene quando si filtrano gli annunci immobiliari. Che cosa attira l’attenzione dei potenziali acquirenti? La bellezza delle foto! Tuttavia non basta che le foto siano ben fatte, ma è indispensabile che alla base sia stato svolto un lavoro di home staging. Le persone vogliono vedere case pulite, non troppo piene di oggetti e arredate in modo coerente, guardando le immagini devono potersi immaginare in quella casa senza sentirsi ospiti di chi le sta vendendo. Per poter ottenere questo risultato occorre spersonalizzare la casa, eliminare quindi oggetti personali che evochino ad esempio idee politiche, religiose e simili. Tutti gli altri oggetti totalmente inutili anche se non troppo personali, vanno ugualmente eliminati, la casa va pulita alla perfezione (soprattutto in questo momento storico sarà requisito ancor più determinante) e l’arredamento dovrà essere coerente col tipo di casa e con lo stile della stessa.

2 – Tempi di vendita molto più brevi:

I tempi di vendita si riducono di almeno un quarto rispetto a quelli delle case non homestagizzate. Le emozioni giocano ,infatti, un ruolo determinante quando si tratta di acquistare una casa. La scelta viene dettata da una spinta interiore e non da un ragionamento razionale, è quindi indispensabile che l’aspetto della casa sia di forte impatto.

3 – Maggiore guadagno:

Un intervento di home staging permette un incremento di valore della casa di circa il 10% e può, in alcuni casi, arrivare fino al 15%. L’home staging è infatti un potentissimo strumento di marketing immobiliare di cui si avvalgono poche persone, per cui la differenza tra un immobile homestagizzato e uno “lasciato al caso” risulta abissale. Non necessariamente una casa deve essere la più bella, a parità di tipologia e prezzo, ma deve apparire come la più bella.

4 – Scoraggia i ribassi:

Prima di un intervento di home staging sono indispensabili dei lavori preparatori quali: piccole riparazioni, ritinteggiatura, eliminazione cianfrusaglie e pulizia accurata. Capita spesso infatti che ad esempio un muro scrostato possa essere scambiato per un muro con umidità e che quindi l’acquirente richieda un forte ribasso in ragione di questo, oppure che un rubinetto rotto possa essere un appiglio per un ulteriore sconto. Effettuare invece piccole riparazioni e poi allestire la casa, porta il potenziale compratore a soffermarsi meno sui piccoli difetti, a fronte di un grande concentrato di pregi. Il compito dell’home staging non è quello di nascondere i difetti, ma di porvi rimedio e nel caso in cui non sia possibile compensarli con dei pregi molto evidenti, considera che ogni singolo difetto per passare in secondo piano necessita di 7 pregi!

5 – Rapporto costo beneficio:

L’intervento di home staging può avere costi totalmente differenti a seconda di quanto lavoro è necessario. Questo dipende dalle condizioni della casa e dalla sua metratura, solitamente è un intervento il cui valore oscilla tra l’1% e il 3% del valore della casa, ma può accrescerne il valore fino al 10% – 15%. Possiamo dunque affermare, senza timore di smentita, che sia un intervento paragonabile a un investimento con un eccellente ritorno.

6 – Sbaraglia la concorrenza:

La tua casa verrà ritenuta superiore anche a case più belle che sembrano esserlo meno perché proposte male.

7 – Darà un’immagine diversa anche riguardo alla tua affidabilità:

Chi cerca casa è sempre particolarmente diffidente verso i venditori, cambia invece modo di rapportarsi in trattativa quando vede qualcuno che si preoccupa sinceramente della qualità del bene che sta vendendo. L’home staging viene infatti reputato come una forma di “attenzione” verso un acquirente e che lo porterà di conseguenza a credere maggiormente alle tue parole e a essere più mite durante la negoziazione.

Pin It on Pinterest

× Ciao, come posso aiutarti?